Welcome to Starring Film

Statuto Sociale Starring Film

ASSOCIAZIONE CULTURALE “STARRING FILM””

STATUTO SOCIALE

Art. 1 – DENOMINAZIONE

E’ costituita, con riferimento all’art. 18 della Costituzione Italiana, agli artt. 36, 37 e 38 del Codice Civile e secondo il disposto del D.lgs 460/97 e della Legge n. 383/2000 l’Associazione culturale, di promozione ed aggregazione sociale denominata:

ASSOCIAZIONE CULTURALE “STARRING FILM”

in sigla : “A.C. STARRING FILM”

Art. 2 – SEDE

L’associazione ha sede legale in 10139 Torino (TO) – Via monte albergian . 19

Art. 3 – SCOPI ED OGGETTO SOCIALE

L’Associazione non persegue finalità di lucro. Essa è apartitica, aconfessionale, senza discriminazioni razziali o sociali.

L’Associazione ha lo scopo primario di avvicinare le persone e i giovani in particolare ai nuovi mezzi di comunicazione di amssa, visti ed utilizzati come strumenti educativi e di rapporti sociali.

Intende altresì contribuire alla promozione ed alla diffusione del prodotto audiovisivo in ogni sua forma  mediante:

a)       produzioni audiovisive quali video di promozione sociale, cortometraggi, lungometraggi, videoclip musicali, spot o filmati pubblicitari, documentari di creazione, video di promozione turistica e reportages;

b)               produzione di audiovisivi mediante l’utilizzo di new media (computer grafica, Flash, etc);

c)       costituzione di gruppi di lavoro e ricerca nei vari ambiti della produzione di audiovisivi quali organizzazione generale, fotografia e tecnica video, tecnica del suono, sceneggiatura, montaggio, scenografia, tecniche del film documentario, compositing, new media, finalizzati ad operare positivamente per la soluzione delle problematiche giovanili e sociali in ambito nazionale ed internazionale;

d)       organizzazione di corsi, di base e di specializzazione, nei vari ambiti della produzione di audiovisivi quali produzione e organizzazione generale, fotografia e tecnica video, tecnica del suono, sceneggiatura, recitazione e dizione, montaggio, scenografia, compositing, tecniche del film documentario ;

e)        promuovere lo studio dei problemi economici, giuridici, fiscali e commerciali di interesse generale per lo sviluppo, la produzione e la diffusione di un prodotto audiovisivo;

f)        svolgere attività informativa, sia tra i Soci che tra organismi similari sullo sviluppo dell’audiovisivo  in ambito nazionale e internazionale, in special modo a favore dell’aggregazione ed educazione della gioventù;

g)       organizzare eventi, concorsi, festival e rassegne video-cinematografiche;

h)       organizzare concorsi e mostre fotografiche;

i)                   produrre pubblicazioni, recensioni e newsletter, tradizionali o digitali, a tema video-cinematografico;

j)                  realizzare la creazione, sviluppo e gestione  di siti internet, con particolare riguardo alla comunicazione audiovisiva;

k)               impostare e gestire  un database informatico di video e di audio, per realizzazioni di filmati e colonne sonore;

l)                   organizzare tour per la città di Torino, prima capitale italiana  del cinema, e visite per set cinematografici organizzati;

m)           organizzare stage per gli associati presso produzioni televisive e cinematografiche.

Per il raggiungimento degli scopi sociali, l’Associazione potrà:

–          organizzare raccolte occasionali di fondi per le proprie finalità istituzionali o per scopi di solidarietà e beneficenza;

–          organizzare incontri, ritrovi, serate e feste fra i Soci, Associati o Partecipanti;

–          organizzare vacanze studio in Italia ed all’Estero ed ogni attività atta ad approfondire lo scambio di esperienze, risultati, studi e ricerche;

–          organizzare  attività didattiche e laboratoriali  per bambini, ragazzi, adulti e anziani;

–          pubblicare periodici e notiziari riguardanti le attività associative, nonché curare la stampa, la riproduzione e la pubblicazione di volumi, testi e circolari riconducibili all’attività che costituisce l’oggetto sociale, sia in formato cartaceo che informatico e multimediale;

–          stipulare accordi e convenzioni con altre associazioni e/o terzi in genere;

–          Ospitare Associazioni ed altri Enti aventi finalità istituzionali analoghe presso i locali della Sede Sociale.

L’Associazione esplicitamente accetta ed applica Statuto, Regolamenti e quanto deliberato dai competenti Organi e dagli Enti riconosciuti di Promozione Sociale a cui deliberasse di aderire in base alla specifica attività svolta dall’Associazione stessa, nell’ambito dei propri fini istituzionali evidenziati dal presente Statuto.

Art. 4 – SOCI

L’Associazione riconosce la qualità di Socio a tutti coloro che partecipano alla vita associativa, ne accettano lo Statuto Sociale portando con continuità il loro contributo associativo, culturale ed economico. Tutti i Soci hanno poteri e responsabilità sociali, che potranno essere meglio precisati in un eventuale apposito regolamento.

I  Soci  costituiscono  le  Assemblee  Ordinarie  e  Straordinarie  dell’Associazione e godono

dell’elettorato attivo e passivo. Tutti i Soci esercitano il diritto di voto. Ogni Socio può esercitare un solo voto. I Soci eleggono gli Organi Direttivi dell’Associazione, approvano e modificano Statuto e Regolamenti, approvano il rendiconto economico e finanziario annuale con l’esclusione di ogni limitazione in funzione della temporaneità della loro partecipazione alla vita associativa del Sodalizio. I Soci, in numero indeterminato, si suddividono in:

SOCI ORDINARI – Sono i Soci che costituiscono l’Associazione, ne condividono le finalità e sono in regola con il versamento delle quote associative annuali.

SOCI JUNIORES  – Sono i Soci che non hanno ancora raggiunto la maggiore età.

SOCI ONORARI –L’Assemblea dei Soci può conferire la qualifica di Socio Onorario a persone particolarmente benemerite nei confronti della cultura, dello spettacolo e del teatro, nonché ad insigni personalità che, per posizione sociale o culturale, possano onorare ed elevare con la loro presenza il prestigio dell’Associazione stessa.

Tutti i Soci possono rinnovare ogni anno la loro iscrizione senza alcun vincolo e, all’atto, sono tenuti al pagamento della quota associativa nella misura e secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo. La Quota Associativa è intrasmissibile e non rivalutabile.

Art. 5 – PARTECIPANTI

Sono i soggetti di cui all’Art. 148, comma 3, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Essi prestano la loro opera per la realizzazione di iniziative atte al raggiungimento dei fini istituzionali o utilizzano le strutture ed i servizi del Sodalizio. Sono gli iscritti, gli associati ed i tesserati di altre Associazioni che svolgono la medesima attività o perseguono gli stessi fini istituzionali evidenziati nel presente Statuto e che, per Legge, Regolamento, Atto Costitutivo o Statuto aderiscono o risultano essere affiliate ad una stessa Organizzazione locale o nazionale.

Art. 6 – PATRIMONIO

Il Patrimonio è costituito dalle quote associative, dai contributi di Enti e di Associazioni, da lasciti, donazioni, atti di liberalità e dai proventi delle varie attività istituzionali, culturali, didattiche e ricreative, dalle gestioni accessorie delle attività organizzate dal Sodalizio, nonché da beni eventualmente acquisiti dall’Associazione stessa.

Art. 7 – DISTRIBUZIONE DI UTILI

L’Associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitali, salvo che la loro distribuzione o destinazione non siano imposte dalla legge.

L’eventuale avanzo di gestione annuale dovrà essere impiegato totalmente per la realizzazione delle finalità istituzionali o di attività a queste ultime direttamente connesse.

Art. 8 – DOMANDA DI AMMISSIONE

Per ottenere l’ammissione all’Associazione occorre:

a)       presentare domanda al Consiglio Direttivo, compilando il modulo predisposto in ogni sua parte;

b)       accettare le norme del presente Statuto;

c)       versare la quota associativa.

La validità della qualità di Socio efficacemente conseguita all’atto di presentazione della domanda di ammissione, si considera automaticamente ratificata, salvo diniego da parte del Consiglio Direttivo, il cui giudizio è insindacabile.

Le domande di ammissione a Socio presentate da minorenni dovranno essere firmate dall’esercente la potestà parentale.

Il genitore che sottoscrive la domanda rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e risponde verso la stessa per tutte le obbligazioni del Socio minorenne.

Art. 9 – DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

La qualifica di Socio, Iscritto, Associato o Partecipante dà diritto a frequentare i locali e gli impianti sociali secondo le modalità stabilite in apposito Regolamento, nonché di usufruire dei vantaggi e dei servizi dell’Associazione. I Soci hanno il dovere di difendere il buon nome dell’Associazione e di osservare le regole dettate dall’ Ente di Promozione Sociale al quale l’Associazione aderisce o è affiliata.

Art. 10 – DECADENZA DEI SOCI

I Soci cessano di appartenere all’Associazione:

a)       per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta alla Presidenza;

b)       per morosità nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;

c)       per radiazione, deliberata dal Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell’Associazione o che, con la sua

condotta, costituisca ostacolo al buon andamento del Sodalizio.

A carico dei Soci possono essere adottati i provvedimenti di ammonizione e sospensione, valutata la gravità dei comportamenti tenuti e dopo aver contestato all’Associato, per iscritto, i fatti che giustificano il provvedimento. L’Associato ha diritto di presentare le proprie difese entro e non oltre il termine di cinque giorni dalla data di ricevimento delle contestazioni o, comunque, entro i termini previsti dalle normative vigenti.

Art. 11 – ANNO SOCIALE

L’anno sociale inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 12 – ORGANI

Gli Organi Sociali sono:

a)       l’Assemblea Generale dei Soci;

b)       il Consiglio Direttivo;

c)       il Presidente.

Art. 13 – ASSEMBLEA

L’Assemblea Generale dei Soci è sovrana ed è il massimo Organo deliberativo dell’Associazione. Essa regola la vita associativa ed è convocata in sessioni ordinarie estraordinarie.

Art. 14 – DIRITTI DI PARTECIPAZIONE

Possono prendere parte alle Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell’Associazione i soli Soci che siano in regola con il versamento della quota associativa.

Ogni Socio può essere rappresentato con delega scritta da un altro associato, il quale peraltro non potrà essere portatore di più di tre deleghe.

Non è ammesso il voto per corrispondenza o altro mezzo equipollente.

Art. 15 – COMPITI DELL’ASSEMBLEA

L’Assemblea dei Soci:

a)       delibera, nei limiti dello Statuto Sociale, sull’indirizzo generale dell’attività e la gestione dell’Associazione;

b)       approva, annualmente, il rendiconto economico e finanziario secondo quanto disposto dalle leggi vigenti in materia;

c)       elegge, con distinte votazioni, il Consiglio Direttivo, il Presidente e il Vice Presidente;

d)       delibera, in via straordinaria, sulle modifiche dello Statuto;

Art. 16 – CONVOCAZIONE

La convocazione dell’Assemblea, oltre che dal Consiglio Direttivo, a seguito di propria deliberazione, potrà essere richiesta dalla metà più uno dei Soci, che potranno proporre l’ordine del giorno. In tal caso la stessa dovrà essere convocata entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta. La convocazione dell’Assemblea in sessione Ordinaria e Straordinaria può avvenire, con un preavviso minimo non inferiore ai 15 giorni, a mezzo comunicazione postale e/o telefonica e/o telematica, optando di volta in volta lo strumento che garantisca la maggior certezza possibile del buon esito della comunicazione,

Art. 17 – VALIDITA’ ASSEMBLEARE

Tanto    l’Assemblea   Ordinaria   che   quella   Straordinaria   saranno   valide,   in   prima convocazione, con la presenza della metà più uno dei Soci. Trascorsa un’ora dalla prima convocazione, l’Assemblea potrà essere regolarmente costituita in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti. L’Assemblea adotta le proprie deliberazioni a maggioranza dei Soci presenti. Le deliberazioni adottate a norma di Statuto, vincolano tutti i Soci, anche se non intervenuti o dissenzienti

Art. 18 – MODIFICHE DI STATUTO

Le eventuali modifiche del presente Statuto potranno essere discusse e deliberate solo dall’Assemblea Straordinaria dei Soci e solo se poste all’ordine del giorno.

Art. 19 – CONSIGLIO DIRETTIVO E CARICHE SOCIALI

Il Consiglio Direttivo è composto da tre a sette membri ed è eletto direttamente dall’Assemblea, contestualmente alla carica del Presidente e del Vice Presidente. Può nominare, anche al di fuori dei suoi membri, il Segretario.

Il Consiglio Direttivo ha durata quadriennale, si riunisce periodicamente almeno quattro volte all’anno e straordinariamente quando lo ritenga opportuno il Presidente. I suoi componenti sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo delibera validamente con l’intervento della metà più uno dei suoi componenti. A parità di voti prevale il voto del Presidente.

Nel caso in cui, per qualsiasi ragione, durante il corso dell’esercizio, venissero a mancare uno o più Consiglieri, i rimanenti provvederanno alla convocazione dell’Assemblea dei Soci per surrogare i mancanti; i nuovi Consiglieri così nominati rimarranno in carica fino alla scadenza  del mandato dei Consiglieri sostituiti.

Il Consiglio Direttivo deve considerarsi sciolto e non più in carica qualora, per dimissioni o per qualunque altra causa, venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti.

Art. 20 – COMPITI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo esercita le seguenti funzioni ed attribuzioni:

a)       cura il raggiungimento dei fini per cui è stata costituita l’Associazione attraverso l’ordinaria amministrazione e, con l’esclusione dei compiti espressamente attribuiti all’Assemblea dal presente Statuto, la straordinaria amministrazione;

b)       attua le deliberazioni dell’Assemblea;

c)       delibera sulle domande di ammissione dei nuovi Soci;

d)       predispone il rendiconto economico e finanziario da presentare all’Assemblea riferendo sull’attività svolta e su quella in programma;

e)       stabilisce le quote che i Soci debbono versare annualmente;

f)        designa i collaboratori preposti alle varie attività;

g)       convoca l’Assemblea Ordinaria e le eventuali Assemblee Straordinarie;

h)       delibera sui provvedimenti disciplinari a carico dei Soci;

i)         provvede annualmente alla stesura del programma di attività;

Art. 21 – IL PRESIDENTE

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio e dispone del potere di firma sociale. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo e ne esegue le deliberazioni. Il Presidente è responsabile del funzionamento dell’Associazione e degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto dell’Associazione stessa.

Coordina lo svolgimento delle manifestazioni e dell’attività, firma la corrispondenza che impegna il Sodalizio. Nel caso di assenza e/o impedimento temporanei è sostituito nelle sue funzioni dal Vice Presidente.

Qualora l’assenza e/o l’impedimento del Presidente diventassero definitivi, il Vice Presidente dovrà convocare, entro 30 giorni, una nuova Assemblea elettiva.

Art. 22 – DURATA

La durata dell’Associazione è illimitata. L’Associazione non potrà essere sciolta se non in base a specifica deliberazione dell’Assemblea dei Soci.

Art. 23 – SETTORI E SEZIONI

L’Associazione potrà strutturarsi in Settori di attività disciplinati da specifici Regolamenti organici che faranno parte integrante del presente Statuto. Potrà altresì costituire delle Sezioni autonome nella loro specifica attività, e nuclei di Soci simpatizzanti, qualora sia opportuno, per meglio raggiungere gli scopi sociali.

Art. 24 – CLAUSOLA COMPROMISSORIA

Tutte le eventuali controversie tra i Soci e tra questi e l’Associazione ed i suoi Organi, saranno sottoposte con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Arbitri,due saranno nominati dalle parti, il terzo sarà deciso dalle due parti nominate o, se in disaccordo dal Presidente dell’ Ente di riferimento; essi giudicheranno ex bono et aequo, senza formalità di procedura ed il loro giudizio sarà inappellabile.

Art. 25 – SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea Generale dei Soci convocata in seduta Straordinaria, con l’approvazione di almeno 4/5 dei Soci e, comunque, secondo le norme del Codice Civile. In caso di scioglimento il Patrimonio dell’Ente sarà devoluto ad altra Associazione con finalità analoga o a fine di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art.3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 26 – NORMA FINALE

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si applicano le norme e le leggi vigenti che regolano l’Associazionismo sociale, culturale e ricreativo del tempo libero, lo Statuto degli Enti di appartenenza nonché le norme del Codice Civile.